Il ruolo del difensore oggi

  lunedì 21 maggio 2012 - 17:09:49 | Eurolegal.it

Vi proponiamo a questo link l'articolo pubblicato su Guida al Diritto del 18 maggio u.s., a firma del Presidente del CNF Guido Alpa, che analizza i più recenti orientamenti in materia di professione forense, tra le recenti scelte del legislatore nazionale (improntate ad una linea economicistica) ed il riconoscimento da parte dell'U.E. dei principi di autonomia ed indipendenza fondanti la funzione di rilevanza pubblica della difesa.

Stampa veloce crea pdf di questa news

Inaugurato il Portale dei Servizi Telematici della Giustizia

  sabato 19 maggio 2012 - 19:01:11 | Eurolegal.it

E' stato attivato ieri il Portale dei Servizi Telematici (di cui all'art. 6 del DM 44/2011) del Ministero della Giustizia. E' raggiungibile a questo indirizzo: http://pst.giustizia.it/PST/
I servizi resi disponibili sono raggruppati in due sezioni; una prima ad accesso libero che racchiude i servizi disponibili per tutti i cittadini (senza necessità di identificazione) ed una seconda ad accesso riservato per i soggetti abilitati esterni. Per entrare in questa seconda sezione "riservata" è necessario procedere all’identificazione informatica tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identità Elettronica (CIE), ovvero con Carta Multiservizi Giustizia (carta modello AT), secondo quanto stabilito nel DM 44/2011 e nelle specifiche tecniche diramate il 18 luglio 2011.
I servizi "riservati" comprendono: la consultazione dei registri, l'accesso al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici, l'applicazione per i pagamenti telematici.
I servizi ad accesso libero comprendono: informazioni sui servizi telematici attivi presso gli Uffici Giudiziari, l'elenco pubblico dei punti di accesso, la consultazione pubblica dei registri (con visualizzazione in forma anonima), il portale delle procedure concorsuali.

Stampa veloce crea pdf di questa news

Quasi pronti i "parametri" che sostituiranno le tariffe

  giovedì 17 maggio 2012 - 20:44:05 | Eurolegal.it

La commissione tariffe del CNF, coordinata da Aldo Morlino, ha annunciato di aver predisposto una bozza di tabella dei "parametri" introdotti dall'art.9 del D.L.1/2012 per la liquidazione giudiziale delle spese legali; la definitiva adozione di essa potrà consentire di superare l’impasse in cui si sono venuti a trovare gli Uffici giudiziari dopo l’abolizione di ogni riferimento al vecchio tariffario.
La bozza del CNF mira a creare uno strumento semplice, trasparente, comprensibile, per la liquidazione, da parte del giudice, del giusto compenso dovuto all'avvocato; essa inoltre consentirà sia al consumatore che all'avvocato di orientarsi in vista della pattuizione in piena libertà del compenso. Il nuovo impianto stabilirà "parametri" per ogni tipologia di procedimento (civile, amministrativo, tributario, penale etc.) e raggrupperà, per ogni procedimento, le attività professionali in ben definite fasi processuali.

Stampa veloce crea pdf di questa news

Sulla specialità della professione forense

  mercoledì 16 maggio 2012 - 18:24:26 | Eurolegal.it

Il Presidente emerito della Corte Costituzionale, Piero Alberto Capotosti (al quale il CNF aveva richiesto un parere pro veritate circa l’applicabilità alla posizione dello stesso Consiglio Nazionale Forense dell’art.3, comma 5, lettera f del decreto legge n. 138/2011), ha concluso che un intervento del Governo nella materia disciplinare della professione forense, volto a separare le funzioni amministrative da quelle disciplinari, sarebbe illegittimo ed incostituzionale perchè la giurisdizione speciale del CNF è coperta da riserva di legge.
Il Presidente Capotosti ha rilevato come diventi “dirimente” per stabilire l'estensione della norma citata (che riguarda tutti gli ordinamenti professionali) la veste specifica con la quale i diversi Consigli esercitino tali funzioni ed ha ricordato che il CNF esercita la funzione disciplinare come giudice speciale. Ciò significa che, in virtù dell’articolo 108 della Costituzione, opera la riserva di legge che preclude al legislatore di trasferire la competenza normativa in materia alla fonte regolamentare del Governo.

Stampa veloce crea pdf di questa news

La campagna di Save the Children Italia contro la "povertà minorile"

  martedì 15 maggio 2012 - 17:43:58 | Eurolegal.it

In Italia un bambino su quattro è a rischio povertà e più di mezzo milione è in povertà assoluta, cioè senza il necessario per vivere. Save the Children Italia ha avviato oggi la campagna "Ricordiamoci dell'infanzia" per sollecitare il Governo ad intervenire con azioni di sostegno.
Di seguito il video di presentazione dell'iniziativa ed i links al comunicato stampa ed al dossier della campagna.


Stampa veloce crea pdf di questa news

Vai a pagina   <<        >>